«Annali di architettura», n. 21, 2009

annali 21
< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 > *

Franco Barbieri Appunti scamozziani 1 Villa Ferretti a Sambruson del Dolopp. 127 - 135.

Di villa Ferretti a Sambruson del Dolo, una delle più interessanti dello Scamozzi, tutto fa supporre che il progetto (1596) non prevedesse nuova costruzione ma accorta ristrutturazione di modesto edificio. Ne deriva una struttura anomala nello stesso contesto scamozziano, dove le possibili ‘fonti’ individuate da più recenti indagini – le versioni serliane della ‘casa fuori città’; le Kolossalen Portikusfassaden palladiane – danno luogo a inedito e ‘pratico’ organismo: vedasi in specie il piano terreno a meridione, direttamente aperto sul cortile. Abbiamo, così, una serrata antitesi alla astratta ‘monumentalità’ della non lontana ‘Malcontenta’ del Palladio; nel contempo – tuttora intrigante problema – cogliamo qui indiscutibile assonanza con esperienze contemporanee francesi: il castello di Montceaux-en-Brie, opera assegnabile ad Androuet du Cerceau II, in seguito distrutto ma dallo Scamozzi visitato, descritto e disegnato integro, durante il viaggio da Parigi a Venezia (marzomaggio 1600).