«Annali di architettura», n. 15, 2003

annali 15
< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 > *

Fulvio Lenzo Filippo Juvarra a Messina: la chiesa di San Gregoriopp. 195 - 214.

La prima attività architettonica di Filippo Juvarra è nella chiesa di San Gregorio a Messina. La chiesa fu distrutta dopo il 1908, ma sussiste ancora, smontato in lastre e frammenti, il rivestimento marmoreo interno. Dal rilievo metrico di questi frammenti e dallo studio delle fotografie d’inizio Novecento è stato possibile ricostruire la conformazione della chiesa prima della sua distruzione. La ricerca d’archivio e l’analisi dei disegni di Juvarra riconducibili ai lavori in San Gregorio porta alla definizione di due interventi dell’architetto, uno precedente il suo primo viaggio a Roma (1704), durante il quale sarebbero stati realizzati alcuni elementi della cappella maggiore – il ciborio, le finestre termali, il fregio e le urne marmoree – e l’altro successivo, al quale vanno fatti risalire il coro sopraelevato in controfacciata, i coretti del presbiterio e la ridefinizione della cappella maggiore con il completamento dell’altare.