Andrea Palladio e la Villa Veneta
Da Petrarca a Carlo Scarpa

Vicenza, palazzo Barbarano. 5 marzo - 5 luglio 2005

Progetto didattico

Obiettivo di questo progetto è coinvolgere il mondo della scuola in una innovativa "didattica dei beni culturali" incentrata sulle ville, ponendo al centro la società che le ha volute e create: la "civiltà della villa" nella varietà e ricchezza dei suoi aspetti. Per i bambini e ragazzi del Veneto significherà riappropriarsi di elementi certamente familiari nel loro paesaggio domestico, ma non sempre compresi nella complessità della loro storia e funzione.

La grande mostra "Andrea Palladio e la villa veneta da Petrarca a Carlo Scarpa" è l'opportunità che consentirà a bambini e ragazzi di viaggiare nel tempo e vivere una esperienza concreta di quello che la civiltà delle ville è stata, attraverso i disegni originali degli architetti che le hanno create, i quadri che hanno rappresentato la vita al loro interno dal punto di vista dei signori e dei contadini, gli oggetti che contenevano e persino gli affreschi staccati dalle pareti. Nel biglietto di ingresso alla mostra, è compreso anche l'ingresso ad un gruppo di ville nel Veneto che consenta di avere una esperienza viva e diretta dei capolavori stessi.

Per facilitare e rendere più incisiva per i più piccoli la comprensione dei reperti di un passato lontano, un gruppo di attori assumeranno i ruoli e i personaggi di quel tempo storico raccontando il quotidiano della villa. Prima della mostra gli attori in costume visiteranno i bambini nelle classi  coinvolgendoli nella ricerca di alcuni elementi del mondo della villa, che poi i bambini ritroveranno - accompagnati dagli stessi personaggi - fra le opere esposte in mostra. Alla conclusione della visita, i personaggi consegnano ai bambini un quaderno didattico "Caccia alla villa" che offrirà ai bambini lo strumento per leggere, con occhi nuovi, la villa presente nella loro comunità: la ricerca continua.

Per i ragazzi è prevista invece una visita guidata e il quaderno didattico "La macchina del tempo" sulla esperienza di mostra.

È previsto un percorso di formazione per gli insegnanti con materiali didattici studiati per l'occasione.

Nel cortile di palazzo Barbaran da Porto, sede della mostra, è previsto uno spazio didattico dedicato al "Gioco della villa": un gioco di costruzioni, ideato da Howard Burns, per comprendere il sistema di progettazione di Andrea Palladio e che consentirà, a grandi e piccini, di costruire la propria villa palladiana.