Edizioni antiche on-line

Andrea Palladio, L'antichità di Roma di m. Andrea Palladio. Raccolta breumente da gli auttori antichi, & moderni. Nouamente posta in luce, Venetia, 1554
L'antichita di Roma di m. Andrea Palladio. Raccolta breuemente da gli auttori antichi, & moderni. Nouamente posta in luce. In Venetia (In Venetia, per Matthio Pagan, in Frezaria all'insegna della fede, 1554). 32 c.; 8vo
Ristampa veneziana della prima edizione romana. Il libretto ebbe un enorme successo di pubblico. Se ne conoscono almeno novanta edizioni. Il contemporaneo Descritione de le chiese di Roma (Roma, Luchino 1554) così raro nell'editio princeps, ebbe pure un notevole successo. Le innumerevoli edizioni dell'Antichità, quasi egualmente spartite tra Roma e Venezia con qualche uscita all'estero, dimostrano che lo svelto libricino, economico e maneggevole, interessava un pubblico che desiderava una guida priva di pedanteria accademica senza essere dilettantesca e che desse indicazioni sugli itinerari più convenienti per vedere ciò che valeva veramente la pena. (Palladio scrittore. Un percorso attraverso i volumi della Raccolta Cappelletti, mostra bibliografica, Vicenza, Palazzo Barbaran da Porto, 4 dicembre 1999 – 6 febbraio 2000).
Carta / xilografia, 146 x 97 mm.
Conservato presso: Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio, CAP A XVI 2