Bookshop

Leo Shubert, La villa Jeanneret-Perret di Le Corbusier 1912, Venezia, Marsilio Editori, 2006

pp. 204 con ill. a col. e b/n, formato 20x25, brossura con alette

lingua: italiano

INTRODUZIONE

1. LA DESCRIZIONE DELLA VILLA: LA COMMITTENZA, IL SITO E LA COSTRUZIONE

La committenza: una prova di fiducia e una grande responsabilità
Il sito: una costruzione che corona la città
Il programma: una villa signorile
La tempistica del cantiere: varianti planimetriche in corso d'opera, l'introduzione del cemento armato e numerose soluzioni per gli infissi
Le rifiniture e i colori
Riparazioni e prime modifiche: 1918-1922
Il giardino e la "chambre d'été"
L'arredamento interno, la cura del dettaglio e un progetto per un organo
Conclusioni

2. IL PROGETTO DELLA VILLA: INTENZIONI, OBIETTIVI E AMBIZIONI

La terrazza e il corpo edilizio. Schultze-Naumburg, l'Acropoli e San Pietro
La "chambre d'été": un elemento dell'architettura contemporanea tedesca ispirato da un quadro di Bellini e declinato con forme tratte dall'architettura vernacolare
La pianta generatrice: Muthesius corretto con Behrens, Pompei e Perret
Gli alzati: il lessico tedesco verificato in Oriente
Materiali moderni e tradizionali: eternit, cemento armato, linoleum e cotto, la discussione al Werkbund
L'arredamento: Mebes spostato nella Francia di Carabin e ricordi d'Oriente
I colori: Matisse e l'espressionismo tedesco, Owen Jones e Charles Blanc; gerarchia ed evocazione del ricordo

3. JEANNERET E IL 1912: PASSATO, PRESENTE, FUTURO

La ricerca dell'essenza dell'arte
Il confronto con le opere del passato e del presente, il problema del "moderno"
Il problema della forma giusta

4. APPENDICI

a. Estratti dal Journal di Georges ...douard Jeanneret-Perret
b. Estratti dal fondo Albert Jeanneret
c. Lettera Vente de l'immeuble del 21.1.1919

5. BIBLIOGRAFIA

Altri prodotti che potrebbero interessarti: