XIV Seminario inernazionale sul restauro architettonico
Andrea Palladio: cantieri di carta, calce e mattoni

27 novembre 2014, Municipio di Albettone, via Roma 17, Albettone (VI)
a cura di Ugo Soragni, Mario Piana, Damiana Paternò

Giornata di studi

Per Andrea Palladio linguaggio e tecnica sono due aspetti strettamente connessi del suo fare architettura. Il lapicida Andrea è particolarmente abile nel piegare, rielaborare e interpretare materiali, procedure edificatorie e motivi strutturali appartenenti al vastissimo repertorio della tradizione, coniugandoli in base alle esigenze espressive di quella “nuova usanza” di cui è ambasciatore.

La produzione palladiana può essere letta come una continua sperimentazione costruttiva: alcune soluzioni vengono via via affinate, altre invece abbandonate, altre ancora appaiono in momenti particolari del suo percorso architettonico, in stretto rapporto con la comparsa di specifiche scelte compositive. Forma e materia sono i due poli di un dialogo costante che trova nella fase di cantiere il momento di sintesi.

Il convegno mira a presentare le ricerche in corso sulle tecniche costruttive palladiane, confrontando le informazioni provenienti dai documenti d’archivio e dall’osservazione e analisi degli edifici realizzati; due fonti che permettono di raccontare una molteplicità di storie, scritte non solo sulla carta, ma anche con la calce, la pietra e i mattoni. 

Promosso da:
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
Comune di Albettone
Università IUAV di Venezia, Dipartimento di Culture del progetto
Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio
Fondazione Malandrin  

con il patrocinio di:
Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Vicenza

INGRESSO LIBERO PREVIA PRENOTAZIONE
tel. 0444 323014
segreteria@palladiomuseum.org