31° seminario internazionale di storia dell'architettura
Architetture e fallimento

Vicenza, 7-9 giugno 2018

Call for Papers

Ancor più della pittura e della scultura, per esistere l’architettura richiede tre ingredienti fondamentali: tempo, continuità, denaro. In particolare i grandi cantieri sono legati a volontà politiche o a visioni transgenerazionali che la lunga durata della costruzione può mettere in crisi.  

Per questa ragione grandi progetti, visionari quanto temerari, sono rimasti sulla carta oppure interrotti dal mutare delle fortune individuali, familiari o istituzionali e delle situazioni politiche. Le ragioni possono essere traumatiche, come la morte di artefice o committente, una catastrofe naturale o lo scoppio di una guerra; possono essere economiche, oppure derivare da un disallineamento rispetto al corso della storia, per obsolescenza o al contrario anticipo sui tempi; o ancora da troppa complessità o eccesso di ambizione. Talvolta, però, un fallimento è di stimolo per successive fortunate realizzazioni.  

A partire da costruzioni mitiche come la Torre di Babele, il seminario indagherà cantieri interrotti (o mai avviati) dal passato remoto al giorno d’oggi, attraverso le grandi cattedrali medievali, la basilica di San Pietro a Roma fino a tentativi a scala urbana, dal progetto di rifacimento di Londra del 1666 al piano di Algeri di Le Corbusier.  

Il seminario è nato da un'idea di Christof Thoenes e la sua cura è affidata a Guido Beltramini (CISA Andrea Palladio, Vicenza) e Howard Burns (già Scuola Normale Superiore di Pisa).  

Ogni contributo, che dovrà essere letto in italiano o inglese, non potrà superare i 20 minuti (corrispondenti a circa 2.500 parole), per consentire almeno 10 minuti di discussione. Chi fosse interessato a partecipare può inviare una proposta scritta di non più di 250 parole, accompagnata da un proprio curriculum di non oltre 100 parole, a cfp@cisapalladio.org entro il 1° novembre 2017. La scelta dell’area geografica e del periodo storico è libera, purché si tratti di un’architettura pensata per essere costruita. Si può partecipare individualmente oppure proporre un tema sviluppabile da più studiosi entro una sessione del seminario.