24° Seminario internzionale di storia dell'architettura
Il chiostro e l'architetto. Complessi conventuali e monastici nell'Italia del Rinascimento.

Vicenza, palazzo Barbarano. 11 - 12 maggio 2007

Oggetto del Seminario sono i grandiosi effetti architettonici della nuova stagione di rinnovamento che investe il mondo monastico e conventuale medievale, a partire dal primo Quattrocento e per tutto il secolo successivo. Gli ordini religiosi entrano nella nuova epoca sorretti da una rinnovata spiritualità, e in particolare i Benedettini si riorganizzano secondo nuove strategie istituzionali, che spesso producono aggregazioni in grado di imporsi come vere e proprie realtà economiche, e politiche, transnazionali.

A ciò corrisponde anche una ambiziosa politica edilizia, che ridisegna i grandi centri monastici e conventuali sia per ragioni funzionali legate alla nuova spiritualità sia per una volontà di rappresentazione della nuova stagione. Nell'interazione fra le esigenze di rinnovamento e le diverse risposte offerte dai singoli ordini sta il tema del Seminario. L'attenzione si fisserà sui grandi ordini riformati che a differenza dei nuovi ordini cinquecenteschi (gesuiti, barnabiti, filippini) non hanno ancora  avuto una analisi sistematica delle politiche architettoniche.