Regolamento

Accesso alla biblioteca

L’ingresso alla biblioteca è riservato a tutti gli utenti che abbiano compiuto 16 anni, interessati alle discipline artistiche e architettoniche.

L’iscrizione ai servizi della biblioteca è obbligatoria. Per ottenere la tessera d’iscrizione è necessario presentare un documento di identità valido e compilare l’apposito modulo disponibile presso il bancone di accoglienza. All'utente sarà rilasciata una tessera da rinnovarsi annualmente. 

Regolamento per l’uso della biblioteca

L’utente deve rigorosamente rispettare le norme di legge che regolano l'uso dei luoghi pubblici e le disposizioni del presente regolamento.

In particolare è rigorosamente vietato: 
a) danneggiare in qualsiasi modo, il patrimonio dell'Istituto; 
b) fare segni o scrivere anche a matita su libri e documenti della biblioteca; 
c) disturbare in qualsiasi modo l'attività di studio e di lavoro; 
d) fumare se non in locali destinati a tale uso; 
e) accedere negli uffici e nei locali non aperti al pubblico; 
f) accedere ai depositi e ai magazzini librari, senza autorizzazione;
g) adoperare telefoni portatili nelle sale di studio e di lettura.

È consentito introdurre in biblioteca: 
a) computer portatili; 
b) macchine fotografiche e per gli usi consentiti e autorizzati dai capiservizio, per dichiarati motivi di studio, fatto salvo quanto previsto dalle vigenti normative e fermo restando quanto previsto dai vigenti tariffari.

Per conoscere la collocazione del materiale documentario l’utente può consultare il catalogo in linea della biblioteca. Per le richieste si fa riferimento al bibliotecario. Per la consultazione del materiale antico è necessario compilare appositi moduli.

I volumi di proprietà della biblioteca non sono concessi in prestito, ma la biblioteca offre servizio di riproduzione del materiale, nei limiti previsti dalle leggi sulla tutela del diritto d’autore e sul copyright.

Fondi antichi

La consultazione dei fondi antichi, cinquecentine e volumi di pregio, è possibile su richiesta e previo appuntamento. È obbligatorio l’uso di matite e di guanti di filo, non è consentito l’uso di penne e pennarelli, bianchetti e correttori.

Parte della raccolta è stata digitalizzata ed è liberamente disponibile per la consultazione on-line.

Document Delivery

Il servizio risponde alle richieste scritte degli utenti residenti fuori Vicenza sul materiale librario posseduto dalla biblioteca  e cura l’eventuale invio di riproduzioni. Il personale si riserva di non evadere richieste che per la loro complessità comportino un eccessivo impegno di ricerca.

Le richieste possono essere inviate via e-mail: library@cisapalladio.org o per posta tradizionale all’indirizzo del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio.

Riproduzioni

È possibile ottenere, a proprie spese, la riproduzione per uso personale delle opere possedute dalle biblioteche, nel rispetto della normativa vigente sul diritto d'autore (Legge n. 248/2000), purché lo stato di conservazione e l’obbligo di tutela la consentano. Sono escluse dalla riproduzione tramite fotocopia tutte le opere pubblicate anteriormente a 70 anni e tutte le opere rare, antiche o di pregio. Per tali opere è possibile richiedere una riproduzione tramite scanner. La riproduzione viene realizzata, previa autorizzazione, direttamente dagli utenti, utilizzando l’apposita macchina fotocopiatrice.

Le opere possedute dalla biblioteca possono essere riprodotte anche a scopi editoriali o commerciali, nel rispetto della normativa vigente sul diritto d'autore previa richiesta di autorizzazione tramite il modulo apposito, e con il pagamento, se del caso, dei diritti di riproduzione previsti.