Vicenzo Scamozzi, chiesa dei Tolentini (1590)

Venezia
Indirizzo
Santa Croce 181, Venezia
Accessibilità

Interni ed esterni.

Accesso gratuito, dalle ore 8 alle ore 12; dalle ore 16 alle ore 19.

Dati aggiornati al 25.08.2016.

foto Vaclav Sedy

Scamozzi disegna la chiesa di San Nicolò da Tolentino a Venezia per i Teatini, un ordine per il quale aveva progettato dieci anni prima la chiesa di San Gaetano a Padova. L’edificio veneziano fonde lo schema centrale con quello basilicale, in un certo senso la navata di Sant’Andrea con il San Sebastiano di Mantova. E’ la lucida chiarezza della chiesa del Gesù di Vignola a costituire il modello di riferimento, accanto agli immancabili edifici sacri costruiti da Palladio a Venezia. In particolare è interessante il confronto con il Redentore, la cui sapiente sequenza scenografica degli spazi è sostituita da una visibilità immediata di tutto l’invaso della chiesa, con le articolate masse murarie palladiane sostituite da un lucido affincarsi di piani parete. Il cantiere si arresta per una disputa con i teatini che gli contestano tecniche di fondazione inadeguate, e l’allontanamento di Scamozzi dal cantiere provoca una realizzazione non conforme ai disegni.