Vicenzo Scamozzi, villa Godi, Piovene Porto Godi (1598-post 1615)

Sarmego di Grumolo delle Abbadesse (VI)
Indirizzo
Via Oratorio Favallina 3, Sarmego di Grumolo delle Abbadesse (VI)
Accessibilità

Interni ed esterni.

Interni visitabili su prenotazione.
info@villagodipiovene.it

Visita il link

Dati aggiornati al 7.09.2016.

Il progetto per villa Godi, databile al 1597, è coevo alla costruzione della chiesa di villa Duodo a Monselice e di villa Molin alla Mandria e al progetto per villa Priuli a Due Carrare. L’edificio attuale è confrontabile con la tavola della versione olandese del trattato scamozziano (1713), seppure con alcune differenze, mancando in particolare tutto l’ultimo piano e il timpano che sono invece ben visibili nella stampa. Quanto al cantiere, l’assenza di documenti non permette di avere informazioni cronologiche più certe, anche se sembra che al momento della pubblicazione del trattato nel 1615 la villa non fosse ancora compiuta. Per gli stessi committenti, i fratelli Camillo e Alessandro Godi, Scamozzi aveva progettato un palazzo a Vicenza nel 1596, raffigurato in pianta e in alzato ne L’Idea come esempio di palazzo concepito per un sito irregolare. Nel complesso l’edificio si presenta semplicissimo, essenziale nelle forme e privo di decorazioni architettoniche.