Bookshop

Federica Rossi, Palladio in Russia. Nikolaj L'vov architetto e intelletuale russo al tramonto dei Lum, Venezia, Marsilio Editori, 2010

pp. 320 con 52 ill. a col. e 119 b/n, formato 20x25, brossura con alette

lingua: italiano
esaurito

PREMESSA

I. NIKOLAJ ALEKSANDROVI• L’VOV: UNA PERSONALITÀ POLIEDRICA

La formazione
L’vov e la musica
I ritratti di Levickij
I viaggi dal 1774 al 1777
Il matrimonio segreto
L’amicizia con Deržavin. La protezione di Bezborodko
L’impegno di utilizzare il carbone russo
Gli incarichi di stato e la Scuola dei servi della gleba
La malattia e gli ultimi anni
L’vov e la letteratura
I committenti

II. L’VOV DIVENTA ARCHITETTO. FORMAZIONE E OPERE

Primi disegni e opere
I viaggi e i diari
«Lettura infaticabile» e processo creativo: l’album di Gat•ina e alcuni fogli inediti della copia di L’vov del trattato di Hirschfeld
>L’vov architetto
1780: le prime opere importanti
Le Poste: uno dei primi edifici pubblici palladiani di Pietroburgo
L’vov e i “palladiani russi”
Le ville di piccole dimensioni
Le usad’by
Le usad’by nei pressi di Tver’ e la diffusione del nuovo stile in provincia
Il progetto del Senato di Pietroburgo del 1787
Gli ultimi anni: il Cremlino, la chiesa-campanile del monastero dei Santi Boris e Gleb

III. L’VOV E LE ANTICHITÀ. ALLA RICERCA DELLA VERITÀ STORICA

L’importanta del “progetto greco” nell’opera di L’vov. Primi approcci all’antico
Una cattedrale «secondo le regole della migliore architettura greca» e la conoscenza diretta dei monumenti antichi nel 1781
L’vov innova la tipologia del campanile russo
L’vov individua le fonti “greche” della musica popolare russa
L’vov traduce Anacreonte
La traduzione di Palladio e il “progetto greco”
L’vov e il gotico: il Saggio sulle antichità russe a Mosca e i progetti di rinnovamento del Cremlino
Il giardino di Bezborodko
Gli ultimi anni. Il viaggio del 1803 in Caucaso e in Crimea

IV. DALL’ANTICO A PALLADIO. L’VOV E “IL DOVER ESSERE DELL’ARCHITETTO”

La trattatistica architettonica russa e i Quattro Libri di Andrea Palladio all’epoca di Pietro il Grande
L’architettura civile di Dolgorukov e la traduzione da Palladio di Eropkin
Da Elisabetta I a Caterina II: la diffusione del palladianesimo in Russia
L’edizione russa a cura di L’vov del Ragionamento sopra la prospettiva di Petitot nel 1789
L’approccio alla traduzione e i problemi del lessico nel trattato di Petitot del 1789 e nel primo dei Quattro libri edito nel 1798 da L’vov
Un’impresa incompiuta. La pubblicazione del primo di Andrea Palladio e le illustrazioni dei Quattro libri
Perchè e per chi tradurre Palladio
«Che nella patria ci sia il gusto di Palladio!»
Palladio e gli antichi. L’uso delle norme e la modernità. L’«armonia» e il «ricamo d’oro»
Il clima, la pratica costruttiva russa e i materiali da costruzione
Tra letteratura e architettura

APPARATI

Traduzione di alcuni scritti di N. L’vov
Da parte dell’editore di Palladio in russo
Annuncio di Nikolaj Aleksandrovi• L’vov sulle modalità di accettazione degli allievi nella Scuola di edilizia in terra cruda

BIBLIOGRAFIA

INDICE DEI LUOGHI

INDICE DEI NOMI REFERENZE FOTOGRAFICHE

Altri prodotti che potrebbero interessarti: