Palazzo Poiana

Vicenza
Progetto
1560 (ca.)
Costruzione
1560-1561 (ca.)
Stato di realizzazione
Trasformato
Indirizzo
Corso Palladio, 92/96, Vicenza
Artisti
  • Palladio, Andrea
Tipologia
  • Abitazioni/Palazzi
Il palazzo come lo si vede oggi nasce dall’unione di due unità edilizie separate dalla stradella Due Ruote, probabilmente realizzata nel 1566, a seguito di una richiesta di Vincenzo Poiana al Comune di Vicenza nel 1561. L’attribuzione a Palladio non si fonda su riscontri documentari né su disegni autografi, ma sull’evidenza della qualità architettonica dell’articolazione del piano nobile, con un ordine che abbraccia due piani, nonché del disegno di particolari, come gli elegantissimi e carnosi capitelli compositi e la trabeazione. 
Tuttavia, elementi come le paraste prive di “entasi” (vale a dire il caratteristico rigonfiamento che culmina a un terzo dell’altezza) poco si accordano al linguaggio palladiano degli anni Sessanta, tanto da far pensare che il disegno della porzione sinistra del palazzo sia frutto di un progetto giovanile di Palladio, poi esteso all’edificio confinante negli anni '60, quando il Poiana decide di ingrandire la propria casa. Ciò spiegherebbe anche le differenze nella configurazione della zona del basamento nelle due metà dell’edificio.