Villa Piovene

Lonedo, Lugo Vicentino (VI)
Altro nome
Piovene, Porto, Godi
Progetto
1539 ca.
Costruzione
1539 - 1587
Stato di realizzazione
Trasformato
Indirizzo
Via Palladio, 51, Lonedo, Lugo Vicentino (VI)
Artisti
  • Muttoni, Francesco: architetto/progettista
  • Palladio, Andrea (?)
Committenti
  • Piovene, Battista
Tipologia
  • Abitazioni/Ville
Ordini architettonici
  • Ionico
  • Tuscanico: barchesse
Parti del complesso
  • Barchesse rettilinee
  • Chiesetta
  • Corpo dominicale
  • Portale
  • Scalinata
Sono più i dubbi che le certezze in merito al coinvolgimento di Andrea Palladio nella realizzazione di villa Piovene, che sorge a poche centinaia di metri da villa Godi. Innanzi tutto l’edificio non risulta inserito nei Quattro Libri, anche se tale esclusione avviene per altre ville certamente autografe come Gazzotti o Valmarana a Vigardolo. Ma sono soprattutto le caratteristiche dell’edificio a destare le maggiori perplessità: la planimetria è poco significativa, le finestre forano il prospetto senza un particolare ordine, il pronao si innesta con durezza al corpo dell’edificio.
Sicuramente la villa è frutto di almeno tre campagne di lavori: i documenti certificano la presenza di una casa dominicale più piccola dell’attuale certamente realizzata entro il 1541, la quale viene ingrandita in un secondo tempo con l’inserimento del pronao, che reca incisa la data 1587. Infine, nella prima metà del Settecento, l’architetto Francesco Muttoni costruisce le attuali barchesse laterali, sistema il giardino e probabilmente realizza la scala a doppia rampa che conduce alla loggia. La scenografica scalinata che dà accesso alla villa viene invece realizzata alcuni anni prima, con il bel cancello del 1703.