en

Acqua Terra Fuoco
Architettura industriale nel Veneto del Rinascimento
Palladio Museum, 12 novembre 2022 – 12 marzo 2023
a cura di Deborah Howard
[in corso]

Presentazione della mostra
Palazzo Festari, Corso Italia 63, Valdagno
Giovedì 26 gennaio 2023, ore 20:30

Oggi Valdagno è un importante centro manifatturiero, ma la sua vocazione industriale risale già al Medioevo. Qui, sfruttando sapientemente le sorgenti naturali ai piedi delle Prealpi, gli imprenditori ante-litteram mettono a punto un sistema produttivo ad elevata flessibilità, arrivando ben presto a realizzare un’ampia offerta di prodotti per tutte le tasche. Fino all’avvento dell’energia elettrica, l’energia idrica, pulita e rinnovabile, costituirà la preziosa risorsa naturale a basso costo per le nascenti industrie.

“Acqua, Terra, Fuoco. Architettura Industriale nel Veneto del Rinascimento”, aperta fino al 12 marzo, racconta proprio questo: un territorio in rapida trasformazione dove l’abbondanza di risorse naturali e l’ingegno tecnologico innovano l’economia e la cultura. Infatti, se Palladio trasforma il volto del Veneto con la sua architettura è grazie a quel “miracolo economico” che nel Cinquecento rende la terraferma uno dei principali centri manifatturieri europei. E alla base di tutto c’è l’acqua: sfruttata in modo sapiente attraverso nuove tecnologie, permette di incrementare la produzione di beni di alta qualità, richiestissimi sui mercati di tutta Europa.
Attraverso dipinti, mappe, disegni, oggetti, modelli, libri e filmati, la mostra ci parla di questa epoca d’oro, riportando in vita le architetture del boom industriale del Veneto del Rinascimento: le fabbriche del Nord-Est e dell’Alto Vicentino di cinque secoli fa.


Intervengono
Guido Beltramini, Direttore del CISA Andrea Palladio / Palladio Museum
Edoardo Demo, Docente di Storia economica, Università di Verona
Walter Panciera, Docente di Storia moderna, Università di Padova

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, pertanto è consigliata la prenotazione.

L’evento è promosso da Guanxinet con il Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio / Palladio Museum.

^