it

Acqua Terra Fuoco
Architettura industriale nel Veneto del Rinascimento
Palladio Museum, 12 novembre 2022 – 12 marzo 2023
a cura di Deborah Howard
[ongoing]

L’allestimento

L’allestimento della mostra è stato progettato dall’architetto-scenografo Andrea Bernard. Originale nell’impostazione del percorso espositivo, mette in relazione i temi con le opere: dipinti, mappe, oggetti preziosi con i filmati che esplorano e documentano le “industrie” cinquecentesche e i luoghi della produzione che ancora oggi esistono e talvolta sono ancora in funzione; modelli in scala di ville e meccanismi di mulini, filatoi e magli; campioni di materie prime a fianco dei prodotti lavorati, dalle maioliche agli abiti alla moda, dalle armi agli oggetti devozionali.

L’obiettivo è quello di contestualizzare le opere esposte per renderle fruibili al pubblico, mostrando le interconnessioni e il legame con la storia del territorio.

È un allestimento fortemente scenografico quello progettato da Andrea Bernard, che crea un percorso emotivo guardando alle installazioni dei più grandi artisti contemporanei (Tony Cragg, Alicja Kwade e Damián Ortega). L’utilizzo di strutture realizzate con reti metalliche richiama il tema “industriale” della mostra e si inserisce nelle sale monumentali di palazzo Barbarano cercando un dialogo con l’architettura palladiana, senza intenti mimetici.

Quattro colori identificano le diverse sezioni della mostra: bianco l’introduzione, blu l’acqua, rosso il fuoco, grigio la terra. Nella sezione dedicata all’acqua, specchi moltiplicano le immagini, permettendo una visione a tuttotondo delle opere e creando giochi tra l’osservatore e gli oggetti. Modelli in scala, di un colore “astratto” quale è il bianco, affiancano i modelli antichi, i disegni e le mappe, spiegandone il funzionamento e offrendo ulteriori strumenti di comprensione.

^